La principessa che credeva…

La principessa che credeva nelle favoleMentre aspetto che i miei alunni si raccolgano davanti alla chiesa madre di Acitrezza (fra poco visiteremo la Casa del nespolo), resto seduta in macchina ad aspettare. Sul cruscotto, c’è un libro che ho recuperato qualche giorno fa insieme alla mia giacca a vento dai miei genitori. L’ho afferrato quasi senza pensarci decisa a dedicare il post di oggi a questa favola-romanzo di formazione-saggio…perché quando il signor Vittorietti me lo ha regalato attraversavo una fase che è stata davvero alleggerita da questa lettura e quindi penso che possa essere utile a qualcuno, anche solo per comprendere i meccanismi mentali e le sovrastrutture di cui siamo schiavi senza nemmeno esserne consapevoli.
La principessa che credeva nelle favole-Come liberarsi del proprio principe azzurro” di Marcia Grad Powers è un libro che in alcuni casi può essere considerato terapeutico perché riesce a ricordarvi che ognuno di noi ha un grande potere solo che – a volte – ci dimentichiamo di averlo.
Victoria è una principessa fermamente convinta che le favole prima o poi si avverino e che le principesse siano destinate a vivere per sempre felici e contente; Victoria crede nella magia, nel trionfo del bene sul male, nell’amore che vince ogni cosa e quindi nel principe azzurro. Solo che dopo averlo trovato, scoprirà che non è tutto oro quel che luccica e sgomenta intraprenderà un viaggio alla scoperta di sè sul Sentiero della verità che attraversa la Terra delle illusioni e il Mare delle emozioni. Imparerà a distinguere il sogno dalla realtà e comprenderà quale sia l’unico modo per amare; capirà che è sempre possibile trovare nuove vie e che poter ammirare un arcobaleno servono sia la pioggia sia il sole. Tutto questo perché credere nelle favole fa bene, solo che bisogna essere pronti a ricorreggere il tiro nel caso in cui le cose non dovessero andare proprio come prevederebbe il copione che ci siamo costruite.

(“La principessa che credeva nelle favole – Come liberarsi del proprio principe azzurro, di Marcia Grad Powers, Piemme)

C

Lascia un commento

Archiviato in Riflessioni, Saggio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...