Ma che titoli mettono?

libriLo ammetto, ultimamente faccio fatica a finire i libri velocemente. Adesso ne sto leggendo uno che è a tratti noioso, a tratti interessante, ma non vi voglio anticipare niente…in ogni caso, questa altalena non aiuta a rimanere svegli la notte.

Così oggi mi do alle riflessioni sui libri.
Sarò la tua ombra era XO
Donne con il tacco 12 era Bad Sisters
Falli Soffrire era Why man love bitches
L’uomo che odiava Sherlock Holmes era The Shelorkian

E questo per tenere in considerazione solo gli ultimi libri che ho letto. In pratica i traduttori, è vero, fanno un lavoro pazzesco per permetterci di leggere nella nostra lingua libri che arrivano da tutto il mondo, ma poi con chi parlano per scegliere i titoli???

Basta rileggere i titoli che vi ho messo in fila per capire che, a volte, quello che viene scelto per l’Italia non c’entra niente con quello che era stato scelto per il paese d’origine dello scrittore. Prendiamo Donne con il tacco 12, io l’ho letto e posso dirvi che la versione italiana di Bad Sisters/Cattive sorelle, sarebbe stata perfetta. Beh magari tradurre in italiano bitches di Why man love bitches sarebbe stato un tantino più complicato, ma semplicemente perchè a volte, noi italiani, siamo un pò troppo puritani.

E a voi, non piacebbe che i titoli dei libri, ma perchè no, anche quelli dei film, fossero un pò più simili a quelli originali? Io, se non lo avete capito, ci spero sempre e ormai per me è diventata una fissa, per ogni libro, andare a vedere in cosa è stato trasformato.

M

4 commenti

Archiviato in Riflessioni

4 risposte a “Ma che titoli mettono?

  1. Io sto leggendo “il profumo delle foglie di limone” che è
    un titolo orribile che scimmiotta l’immensa quantità di roba con
    limone/lavanda/Tiffany/cupcake che c’è in giro. Il titolo originale
    è “Lo que esconde tu nombre” e io lo spagnolo non lo so, ma mi
    sembra VAGAMENTE diverso. E più adatto a un romanzo che parla di
    caccia ai nazisti (!). Già… MA CHE TITOLI METTONO?!

  2. E per non parlare di “The perks of being a wallflower” ossia”I vantaggi di essere un ragazzo da parete”,semplificato nella versione italiana con”Ragazzo da parete” e nel film con “Noi siamo infinito”!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...