Archivi del mese: Mag 2013

Vi aspettiamo ai Benedettini

485549_550389151680220_1460954958_nCi siamo! E’ arrivato il giorno del quale vi parliamo da più di una settimana. Oggi pomeriggio, a partire dalle 17.30, le Matte vi aspettano al MonaStore del Monastero dei Benedettini, insieme ai ragazzi di Officine Culturali, per la presentazione del libro di Rosalia Messina, Più avanti di qualche passo.

Come vi abbiamo già spiegato si tratta di un incontro che partecipa alla campagna nazionale dal titolo Il Maggio dei Libri promossa dal Centro per il libro e la letteratura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali in collaborazione con l’associazione Italiana Editori, e sarà l’occasione per inaugurare un ciclo di incontri proprio insieme ad Officine Culturali.

Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in eventi, Romanzo

Orgoglio e pregiudizio zombie

orgoglio_e_pregiudizio_e_zombieHo anch’io uno spacciatore di libri al quale qualche giorno fa avevo espresso un desiderio “Orgoglio e pregiudizio zombie vorrei leggerlo”. Lui non mi ha fatto aspettare a lungo e, nel giro di 24 ore, ho cominciato a leggere. Ero innamorata di Jane, Elizabeth e Mr Darcy, quelli inventati da Jane Austen e ora lo sono ancora di più…ma non per il motivo che credete voi 🙂

Partiamo dal principio. In Italia, Orgoglio e pregiudizio zombie, scritto da Seth Grahame-Smith, è arrivato grazie alla casa editrice Nord. L’idea di unire uno dei classici per eccellenza della narrativa inglese, con un genere distante anni luce, quale è l’horror, è venuta a Jason Rekulak, della casa editrice Quirk Books. Il signor Rekulak, per motivi che mi sono misteriosi, ma che con ogni probabilità lo avranno reso più ricco, ha chiesto a Grahame-Smith di ispirarsi al romanzo della Austen per raccontare una storia fatta di amore si, ma soprattutto di zombie e katane pronte ad essere sfoderate ad ogni ruggito sospetto.

Questa “versione” di Orgoglio e pregiudizio, si svolge sempre in Inghilterra, ma alle porte di Londra è in corso una grande epidemia che trasforma la gente in zombie a caccia di cervelli da divorare. Le sorelle Bennet, sono delle vere e proprie esperte di arti marziali che, dopo un duro addestramento in Cina, hanno giurato alla Regina di difendere l’Inghilterra da questa pericolosa infestazione. E’ chiaro a voi, come è stato chiaro a me, che in questa versione del libro, i tentativi della signora Bennet di maritare le sue figlie sono molto più che complicati. In ogni caso, Jane ed Elizabeth, così come le altre tre sorelle, quando non sono impegnate a strappare teste e cuori, o a bruciare corpi di poveri zombie, riescono a dedicarsi anche al loro cuore, la prima viene corteggiata da Mr Bingley, l’altra naturalmente da Mr Darcy. Però mettetevi nei panni dei due uomini che avranno a che fare non con dolci sorelle cresciute nella campagna inglese, ma con feroci assassine che potrebbero reagire ad ogni offesa.

Insomma, se avete letto il libro della Austen, quello di cui vi parlo oggi è quello, ma in versione splatter.

Però non posso concludere questo post senza avere fatto questa mia personale considerazione: il libro ha avuto un grandissimo successo, tanto che, naturalmente, si parla della versione cinematografica, ma probabilmente, ed è decisamente il caso di dirlo, quella Jane Austen che l’autore di quest’horror ha definito a co-autrice, probabilmente si starà rivoltando nella tomba, per come la sua storia d’amore è stata dissacrata. Io ora sono preda di una voglia sanissima di rileggere la versione originale 🙂

(Orgoglio e pregiudizio zombie/ Seth Grahame- Smith/ Edizioni Nord/ pp. 367/ 15,00 euro)

1 Commento

Archiviato in Horror

Un paio di giorni…

booksLe Matte hanno deciso di prendersi un paio di giorni di pausa dalla rete. Proprio un paio di giorni, non di più. Il fatto è che stiamo per realizzare il primo incontro, la prima presentazione curata da noi, proprio nei panni di Matte, grazie alla collaborazione con Officine Culturali del Monastero dei Benedettini. E la cosa ci aggrada assai, ma ci mette anche un po’ di agitazione.

Continua a leggere

6 commenti

Archiviato in Riflessioni, Uncategorized

Storie di uomini e di navi…

Storie di uomini e di naviQuello che vi suggeriamo di scoprire questo mese è un libro tutto siciliano e molto particolare. Ed io in particolare mi sono divertita proprio tanto a leggerlo, un po’ perché è stata davvero la mia (prima?) avventura subacquea, un po’ perché è stato come fare un tuffo nel passato, un po’ perché ho rivisto una situazione di vita vissuta da un’angolazione diversa. In questo libro, infatti, ci sono anch’io!

Non sono un subacqueo e neanche un palombaro, ma in quel periodo ho meditato di diventarlo. Vi dico solo che per il team che incontrerete leggendo questo libro io sono “il jolly”. E se lo leggerete capirete il perché. Ma veniamo al libro.

Non è un romanzo, ma ne ha il sapore. Non è (propriamente) un diario, ma ne ha il ritmo e lo spirito. E questo, nonostante si tratti di un racconto collettivo, a più voci. Non solo quelle degli autori i cui nomi campeggiano in copertina, ma anche di tutti gli uomini e le donne che li hanno affiancati in questa avventura, iniziata nel 2005 sotto il livello del mare, proseguita nel tempo anche attraverso la realizzazione di articoli e documentari che oggi costituiscono la cronaca di quanto accaduto e che a fine 2012 è diventato un libro.

Continua a leggere

6 commenti

Archiviato in Riflessioni, Saggio, Storie vere, Uncategorized

The familiars

the_familiarsVoi, come me, bimbi/adulti orfani di Harry Potter, non vi è mai capitato di andare in libreria cercando qualcosa che potesse mettere in moto la vostra fantasia un pò come aveva fatto il maghetto occhialuto? Io ogni tanto ci casco con tutti gli stivali:)

Dall’ultimo pomeriggio passato in libreria, in compagnia della mia piccola cugina Vittoria, ho portato a casa diverse cose, tra le quali The Familiars, il primo di una serie di libri fantasy per ragazzi, scritto da una coppia di giovani autori, Adam Jay Epstain ed Andrew Jacobson nelle edizione di Newton Compton.

E’ l’inizio di un viaggio in un mondo fantastico, ma in questo caso i maghi non camminano solo su due zampe. Perchè di zampe è bene che si parli.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Fantasy, Ragazzi