Archivi del mese: luglio 2013

L’orribile Karma della Formica

l_orribile_karma_della_formicaAlzo la mano, si! Questo libro l’ho comprato al supermercato. Ma non potevo lasciarlo lì.

Era una di queste domeniche estive ed erano le nove del mattino. Avevo appena preso il carrello ed ero pronta allo sprint, convinta di dovere uscire di nuovo all’area aperta entro i successivi venti minuti.

Poi ho visto lo scaffale dei libri, con la scritta 25%, ed è stata la fine.

E’ cominciata dentro di me una lotta: “Compro i libri adesso qui, o aspetto di andare domani in libreria?”. La fine della mia guerra interiore è arrivata quando ho visto il libro che dà il titolo a questo posto L’orribile Karma della Formica di David Safier, in Italia con Sperling & Kupfer.

Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Chick lit, Romanzo

Mancano all’appello…

bracchi-luigi-donna-in-letturaE dopo il successo dell’alter ego, adesso arrivano anche i bestseller firmati Madeleine Wickham (con sottofirma “meglio nota come Sophie Kinsella”)… Alcuni dei quali sono stati scritti prima di riconquistare fama internazionale sotto pseudonimo. Due identità che solo nel 2003 (con una rivelazione choc dell’autrice) sono tornate ad essere due metà della stessa mela. All’appello (dei titoli già pubblicati in lingua originale) sugli scaffali italiani mancano ancora “Tennis party”, “Desirable residence” e “Swimming pool sunday”.

Tennis partyL’estate scorsa a Roma, durante un incontro di «Letterature, festival internazionale di Roma» che ha messo a confronto la scrittrice inglese con la filosofa e letterata italiana Luisa Muraro, Madeleine ha letto un brano da un romanzo inedito in Italia, ma ormai prossimo alla pubblicazione. Si chiamerà “Giocare ad armi pari” ed è la traduzione di “The Tennis Party”: Patrick e sua moglie Caroline si preparano a disputare un torneo di tennis che lui ha organizzato mettendo insieme alcuni amici e clienti. Un’occasione per divertirsi, ma anche per coltivare le relazioni… Se non fosse per Don e sua moglie Valerie che prendono la cosa un po’ troppo sul serio. Con loro anche altre due coppie, i vicini di casa Stephen e Annie e gli aristocratici Charles e Cressida. E già dal primo servizio è facile capire che – fra colpi di scena, rivelazioni e l’arrivo di un ospite inatteso – il weekend che li aspetta sarà ricco di tutto fuorché il tennis.

A mancare all’appello delle traduzioni di Madeleine c’è anche un piccolo regalo che la Kinsella ha realizzato per il Natale 2011: “Six Geese a Laying (mini Christmas short story)”. Il libro si può scaricare gratuitamente in formato kindle.

Lascia un commento

Archiviato in Chick lit, Romanzo

Sotto l’ombrellone… La saga di «I love shopping»

best-chick-litAbbiamo già avuto modo di presentare una fra le ultime fatiche letterarie (“Ho il tuo numero”) di Sophie Kinsella, l’alias di Madeleine Wickham. Lo abbiamo fatto per suggerirvi una lettura leggera, da poter fare un po’ ovunque, perfetta sotto l’ombrellone o se si è in cerca di una storia divertente, con punte ironiche, ma si desidera la garanzia di un racconto umoristico non banale o ritrito. E i suoi, sono proprio libri sfiziosi e non melensi… Una ricetta perfettamente bilanciata, tanto da essere divenuta la firma più nota e apprezzata di un intero genere letterario: il “chick lit” (ossia la letterature per ragazze, da “chick” – termine informale per ragazza, letteralmente “pollastrella” – e “lit” – abbreviazione per “literature”), dedicato a un pubblico di donne giovani, single e in carriera.

Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Chick lit, Romanzo

Libri VS. Film #1

isole_del_cinema_festival_asinaraIl fatto che questo sia un capitolo primo è perché credo che il tema meriti di essere approfondito (magari da suggerimenti che vorrete dare per discutere di altre comparazioni). Già, perché questo è un dilemma che affligge tutti, lettori e non: meglio il libro o il film? Nella massima parte dei casi ci si sente rispondere: “Il libro”. Questo per svariati motivi, a partire dalle scelte di registi e sceneggiatori di cosa far vedere di un libro (sempre troppo lungo per poter essere raccontato per intero), fino a questioni “estetiche”: chi realizza un film, infatti sceglie un attore che dà volto ai personaggi che popolano le pagine dei libri, ma la scelta non può accontentare la fervida immaginazione di un popolo di lettori che immergendosi nel racconto vedono con la mente i loro beniamini e vagheggiano e fantasticano sulle loro caratteristiche e peculiarità. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Riflessioni

Quaranta volte Oz

ozLe Matte, insieme, hanno delle storie da raccontare. Di storie ce ne sono sempre di nuove, perché passando un sacco di tempo insieme è chiaro che esperienze se ne fanno, e tante. E insieme, le Matte, hanno anche storie che riguardano i libri. Quella di oggi, in particolare, è la mia l’introduzione all’ultimo libro che ho letto, Il Mago di Oz di L. Frank Baum nell’edizione di Ed.it.

C’è stato un tempo in cui una delle Matte faceva la libraria di libri per bambini. Oggi quella Matta, Carla, fa un po’ più la giornalista, ma la passione per i libri e per i bambini è sempre con lei. Così un giorno, prima del nostro caffè, ho visto nell’ufficio di suo marito, Marzio, una busta piena di libri coloratissimi e lei me ne ha regalato uno. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Fantasy, Ragazzi

Variazioni sul tema più cantato di sempre

romanzi d'amoreProbabilmente questo post sarebbe stato più indicato nelle vicinanze di San Valentino. Ma tant’è… che in questi giorni non riesco a pensare ad altro tema. Non so perché. Forse il motivo è legato al fatto che anche recenti fatti di cronaca politica mostrano sempre più la naturale tendenza dell’uomo verso l’individualismo, e poiché credo che per poter “praticare” l’amore sia necessario essere educati a questo sentimento… Ho pensato che una mini rassegna di titoli a tema possa essere interessante per tutti.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Cucina, Riflessioni, Romanzo

Tre volte all’alba

tre volte alba7Regalatemi un libro e mi renderete la persona più infelice della terra 🙂 Certo, ci sono le eccezioni. La verità è che ancora non ho ben capito quale sia l’algoritmo sulla base del quale io riesca a scegliere un libro piuttosto che un altro e quindi quando, per caso, succede che qualcuno mi regali un libro…ecco…mi sembra quasi che qualcuno abbia scelto per me. E NON MI PIACE!

E’ chiaro, come dicevo, che ci sono delle eccezioni, soprattutto quando qualcuno mi regala qualcosa che avrei voluto comprare io, oppure quando le dediche vengono scritte dopo che ho deciso che il libro me lo tengo 🙂 Si, perché in un paio di occasioni avrei voluto cambiarlo ma il patatrack era fatto.

Mi sembra una bella confessione. No?

Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in racconti, Romanzo