Variazioni sul tema più cantato di sempre

romanzi d'amoreProbabilmente questo post sarebbe stato più indicato nelle vicinanze di San Valentino. Ma tant’è… che in questi giorni non riesco a pensare ad altro tema. Non so perché. Forse il motivo è legato al fatto che anche recenti fatti di cronaca politica mostrano sempre più la naturale tendenza dell’uomo verso l’individualismo, e poiché credo che per poter “praticare” l’amore sia necessario essere educati a questo sentimento… Ho pensato che una mini rassegna di titoli a tema possa essere interessante per tutti.

Quindi , una riflessione personale è diventata argomento di una discussione delle Matte, nell’ottica di selezionare i titoli fondamentali del genere, che – proprio perché così diffuso – non ci ha concesso di scegliere con semplicità. Non volevamo dedicarci ai romanzi “rosa”, non volevamo spingerci sugli ultimi bestseller (incoronati anche dalle versioni cinematografiche). Abbiamo scelto di segnalarvi quei romanzi immancabili nelle biblioteche (sia in assoluto, sia relativamente al tema in esame)… Insomma quei titoli senza aver letto i quali potrebbe addirittura essere presuntuoso dire “Mi piacciono i libri d’amore!!!”. E per introdurre questa carrellata dedicata al tema più cantato di sempre, abbiamo deciso di cominciare dalle poesie di Catullo, che lo leggiate in latino o in traduzione non importa, ma per capire cosa significhi essere insaziabile di baci è davvero un’imprendibile.

Non potevamo, dunque, che proseguire questa panoramica con “Romeo e Giulietta” di William Shakespeare, la storia d’amore che è divenuta simbolo dei legami osteggiati, ma anche della ribellione adolescenziale. Una relazione che finisce in tragedia, un po’ come nel “Cyrano di Bergerac” di Edmond Rostand dove il protagonista incapace di confessare il proprio amore, solo in punto di morte si dichiarerà alla sua innamorata.

Abbiamo pensato di allargarci alla letteratura russa, raccomandandovi “Anna Karenina” di Lev Tolstoj: la tragica passione di Anna – sposata senza amore a un alto funzionario – per il brillante Vronskij e il parallelo amore felice di Kitty per Levin, un personaggio scontroso e tormentato (al quale Tolstoj ha fornito i propri tratti). Quindi ci siamo determinati nell’aprirci alla speranza con “L’amore ai tempi del colera” di Gabriel García Márquez che narra di un sentimento capace di non vacillare, eterno e incrollabile, nutrito contro ogni possibilità fino all’inattesa felice conclusione: un’epopea di passione e ottimismo.
Pretendevamo che in questa carrellata ci fosse un italiano e abbiamo trovato risposta ne “Gli amori difficili” di Italo Calvino: venti racconti d’amore – visto come un gioco combinatorio – venti storie di coppie che si incontrano (ma soprattutto che non si incontrano). Dedicato agli uomini, considerato che ha aperto il filone narrativo confessionale maschile, è “Alta fedeltà” di Nick Hornby… E non vogliamo perdere l’occasione di raccomandarvi un libro da gustare in due: “Cupido. La cucina dell’amore per due. 101 ricette per coccolarsi pronte all’uso”, di Francesco Gatti per De Agostini… Del resto anche tra i fornelli o davanti a un piatto afrodisiaco può esplodere la più scatenata delle passioni, proprio come in chi viene colpito da una delle frecce del figlio di Venere.

libri di cuore

Torneremo sul tema. Magari a San Valentino.

C

Lascia un commento

Archiviato in Cucina, Riflessioni, Romanzo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...