Matte Carnival Edition

matte-carnevaleMatte di nome e di fatto.
Noi Matte non amiamo molto il casino del carnevale, i colpi di martello sulla testa, la schiuma negli occhi… Ma tutta la questione legata al travestimento, al poter essere chi più desideri, all’enorme quantità di dolci tipici del periodo e agli scherzi (purché siano intelligenti) decisamente sì!
Ci piace la libertà che il Carnevale consentiva alle donne, così come viene raccontata da Giovanni Verga nel suo “La Coda del Diavolo”. Lì si narra del costume delle ‘ntuppatedde: un lungo e severo abito nero con mantello e un cappuccio che lascia scoperto solo un occhio che le donne potevano indossare solo nei giorni a ridosso della Festa di Sant’Agata (la Santa Patrona di Catania) e del Carnevale che da sempre sono così vicini da potersi “mescolare”.
Questo abito (identico per popolane, signore dell’alta società, nubili e coniugate, giovani e meno giovani) consentiva alle donne di uscire e diventare padrone delle strade. Solo in quei giorni e con indosso quell’abito le donne potevano persino “abbordare” gli uomini sfoderando una sfrontatezza che altrimenti sarebbe stata “fuori luogo”.
Quello delle Matte per noi è stato il primo travestimento comune e per noi ha anche un po’ il sapore dell’abito delle ‘ntuppatedde perché quando siamo Matte possiamo dire e scrivere quello che ci piace di più. Le Matte sono il nostro angolo di libertà in giornate affollate da appuntamenti e obblighi. Le Matte sono il nostro Carnevale perpetuo. E questa cosa ci piace.
Buon Carnevale e buon travestimento a tutti.

Lascia un commento

Archiviato in Riflessioni

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...