Archivi del mese: aprile 2014

Via col vento

Tabet Via col ventoC’è una storia più di tutte che in qualche modo è stata ricorrente nelle mia adolescenza ed è quella di Rossella O’Hara e della sua Tara. Ovviamente ho visto prima il film e poi ho letto i libri, perché dovevo in qualche modo capire cosa sarebbe successo dopo quel “Domani è un altro giorno”.

Il mondo si fermava dentro casa quando la programmazione della tv diceva che Rhett e Rossella sarebbero apparsi, avevo comprato la videocassetta e non facevo che inserirla nel VHS per vedere e rivedere quella storia che mi faceva impazzire, amavo Rhett, mi sentivo un po’ Rossella, non potevo neanche vedere Ashley per quanto era inutile e Melania era così buona che non poteva che farmi antipatia. Poi da piccola lettrice ho chiesto di potere avere accesso alla libreria che mia madre aveva messo su con sua sorella nella casa dei miei nonni, piena di libri che a me sembravano centenari, ma belli belli belli.

Tra questi c’era anche Via col vento, in una versione che vi sfido a trovare e che profumava di carta che aveva riposato un bel po’ di anni in una libreria. Un odore buonissimo che ancora mi ricordo al solo pensiero. Fatto sta che cominciai a leggere. Continua a leggere

Annunci

1 Commento

Archiviato in Classici, Romanzo, Romanzo Storico

E così vorresti fare lo scrittore…

E_cos_vorresti_fare_lo_scrittoreAnche io, nella giornata Mondiale del libro e del diritto d’autore mi sono regalata un libro. Un libro di uno scrittore che mi è sempre piaciuto sin dalla sua opera prima che mi regalò la mia amica Sandrocchia, quando ufficializzai l’intenzione di iscrivermi alla facoltà di Lettere e filosofia. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Riflessioni, Saggio

E’ la nostra giornata e io mi regalo un libro

Giornata-mondiale-del-libroSi fa festa oggi su questo blog. E del resto non potrebbe essere diversamente visto che oggi si celebra la Giornata Mondiale del Libro e del diritto d’autore.

Prima di tutto ho una domanda. Sono solo io, con questo computer ciofeka, che non vedo un doodle carino su Google, o stavolta Google ha toppato e ha dato fondo a tutta la creatività per il doodle della Giornata Mondiale della Terra che si è celebrata ieri? Se è colpa del computer ciofeka vi prego di inviarmi la foto del doodle perché sono troppo curiosa, se invece è colpa di Google, beh allora arrabbiatevi insieme a me! Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Riflessioni

Cime tempestose

cime_tempestose--400x300Saranno state tutte le meditazioni su uomini e donne. Saranno stati i commenti di amici e marito. Oppure altre riflessioni… Francamente non so dire. Sta di fatto che dopo gli ultimi post, ho cominciato a ripensare a romanzi che ho amato con tutta me stessa e che mi hanno fatto scoprire cosa significa “eroe romantico”. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Classici, Romanzo

I maschi (o le femmine) non mi piacciono perché…

87603ca 60255uaSe siete d’accordo avrei deciso di restare sul tema “differenze fra uomini e donne” per presentarvi tre albi, meravigliosamente illustrati da Vittoria Facchini, dedicati proprio alla scoperta del corpo, alle differenze di genere e dei falsi miti: “I maschi non mi piacciono perché“, “Le femmine non mi piacciono perché” e “Pisellini e farfalline, sono più belli i maschi o le bambine?“. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Ragazzi

Gli uomini vengono da Marte… Le donne da Venere

Gli uomini vengono da Marte. Le donne da VenereQuesto post nasce dal fatto che mio marito Marzio è appena partito per Milano. Niente di strano, visto che è in corso il Salone del Mobile che, considerato il suo lavoro, per lui – ogni anno – è un appuntamento imperdibile. Niente di strano, fatta eccezione per il fatto che Marzio ha fatto la valigia. E anche qui, direte voi, «Che c’è di strano? Se uno parte, deve preparare la valigia». Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Chick lit

L’amuleto di Samarcanda

L'amuleto di SamarcandaNon è ancora saltato fuori dagli scatoloni, ma so che c’è… E da quando non l’ho trovato nella scatola che custodiva gran parte della mia bibliografia fantasy, penso intensamente a questo libro che ho letto perché non riuscivamo a vendere nessuna delle copie che avevamo in libreria. Sconosciuto l’autore (almeno all’epoca), primo volume di una saga edita da Salani, questo romanzo dalla copertina color cioccolato non se lo filava nessuno. Finché una libraia armata di buone intenzioni ha deciso di leggerlo… Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Fantasy, Ragazzi