Dylan Dog, uno “Spazio Profondo” da comprendere

foto (1)CI SIAMO TRASFERITE A QUESTO NUOVO INDIRIZZO: WWW.MATTEDALEGGERE.IT

Sono una dylaniata dilaniata, perché sabato scorso ho comprato il nuovo Dylan Dog, domenica l’ho letto e ora non so che pensare.

A distanza di 28 anni dalla sua prima uscita, l’eroe di Tiziano Sclavi, cambia tutto o quasi al suo numero 337.

La buona notizia è che il nuovo albo, Spazio Profondo, è a colori, cosa che succede una volta ogni mille mai e che dunque fa sempre piacere, la brutta notizia è che secondo me a cambiare l’uomo dei fumetti che ho amato forse stanno esagerando.

Dylan era da amare perché era anticonformista, perché andava in giro con il suo maggiolone, perché i cellulari nemmeno sapeva che forma avessero, perché con la tecnologia non voleva avere a che fare…e ora? Tanto per cominciare, in Spazio Profondo, lo hanno trasformato in un cyborg…anzi, in cinque cyborg dei quali solo uno sembra essere in tutto e per tutto uguale al vero Dylan ad eccezione del fatto che nelle sue vene non scorre sangue umano.

Vogliono rendere Dylan Dog “interprete di questo tempo”, forse lo vogliono solo avvicinare alle nuove generazioni. La domanda è: ci riusciranno? Ma soprattutto, riusciranno a portare attraverso questo cambiamento tutti i lettori che l’Indagatore dell’Incubo si era conquistato in questi decenni?

Da qualche parte avevo letto che l’ispettore Bloch sarebbe andato in pensione. La cosa mi aveva fatto temere per il peggio. Avevo pensato che lo avremmo perso per sempre. In realtà diventerà una sorta di consulente per Dylan.

M

Lascia un commento

Archiviato in Fumetti e Graphic novel

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...