Archivi categoria: Saggio

Storie di uomini e di navi…

Storie di uomini e di naviQuello che vi suggeriamo di scoprire questo mese è un libro tutto siciliano e molto particolare. Ed io in particolare mi sono divertita proprio tanto a leggerlo, un po’ perché è stata davvero la mia (prima?) avventura subacquea, un po’ perché è stato come fare un tuffo nel passato, un po’ perché ho rivisto una situazione di vita vissuta da un’angolazione diversa. In questo libro, infatti, ci sono anch’io!

Non sono un subacqueo e neanche un palombaro, ma in quel periodo ho meditato di diventarlo. Vi dico solo che per il team che incontrerete leggendo questo libro io sono “il jolly”. E se lo leggerete capirete il perché. Ma veniamo al libro.

Non è un romanzo, ma ne ha il sapore. Non è (propriamente) un diario, ma ne ha il ritmo e lo spirito. E questo, nonostante si tratti di un racconto collettivo, a più voci. Non solo quelle degli autori i cui nomi campeggiano in copertina, ma anche di tutti gli uomini e le donne che li hanno affiancati in questa avventura, iniziata nel 2005 sotto il livello del mare, proseguita nel tempo anche attraverso la realizzazione di articoli e documentari che oggi costituiscono la cronaca di quanto accaduto e che a fine 2012 è diventato un libro.

Continua a leggere

6 commenti

Archiviato in Riflessioni, Saggio, Storie vere, Uncategorized

La donna di fiori

La donna di fioriIl titolo è evocativo. “La donna di fiori. Éros, botanica, alchimia” è un libro senza precedenti.

Attraverso una vasta selezione di testi letterari, medici, scientifici, alchemici, filosofici e teologici, infatti, il libro indaga sul mistero delle metafore botaniche, floreali e frutticole con cui è stato descritto il corpo femminile nelle tradizioni classica e cristiana da una parte, giudaico e islamica dall’altra. Una discriminante imprescindibile perché diverse sono le vicende culturali delle società occidentali, dove il corpo femminile è un fiore-forma, e le società mediorientali, dove invece è esaltato un accostamento non formale ma odorifero, fiore-aroma.

 

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Riflessioni, Saggio

Ecco perché ci siamo date alla cucina…

Sapori e saperiLe avventure ai fornelli delle vostre matte ritornano con la recensione del libro che – sul cartaceo – ha dato vita a questa nuova rubrica sul blog, dedicata ai libri di cucina. Questo libro era contenuto nel pacchetto che Umberto Coscarelli (il giovane editore di Ed.it) ha inviato all’attenzione delle matte…

E noi pronte come solo chi sa stare davanti a quattro/cinque padelle che sfrigolano sui fuochi, mentre in forno l’arrosto con le patate fanno la crosticina, ci siamo subito buttate a capofitto nella lettura di un libro che non è esattamente un ricettario (sebbene contenga moltissime preparazioni possibili), non è esattamente un manuale di cucina (nonostante offra non pochi suggerimenti)… Ma piuttosto un manuale di riflessione intorno al cibo e ai legami che questo mostra nei confronti della cultura di appartenenza.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Cucina, Saggio

Una stanza tutta per sé…

Una stanza tutta per séQuando ero poco più che un’adolescente, era il 1996 e frequentavo il corso di Letteratura inglese alla facoltà di Lettere e filosofia di Catania, avevo un paio di jeans elasticizzati e strappati che avevo deciso di rendere una sorta di collazione ambulante di alcune frasi – per me particolarmente significative – colte qua e là lungo le mie letture. La prima frase ad essere vergata a mano su quel paio di pantaloni che volevano essere un po’ il racconto di me in quella fase della mia vita fu “Chiudete a chiave le vostre biblioteche, se volete. Ma non c’è cancello, né serratura, né chiavistello che voi possiate mettere alla libertà del mio pensiero”. Niente di più vero, direte voi… Ma dove vuoi arrivare?

Queste sono parole del pugno e della mente di Virginia Woolf che pescai proprio in uno fra i testi obbligatori per sostenere l’esame di Letteratura inglese (non so perché fosse obbligatorio, visto che in effetti non l’ho mai visto chiedere a nessuno): “Una stanza tutta per sé“.

Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in Biografie, Classici, Libri al quadrato, Riflessioni, Saggio

La principessa che credeva…

La principessa che credeva nelle favoleMentre aspetto che i miei alunni si raccolgano davanti alla chiesa madre di Acitrezza (fra poco visiteremo la Casa del nespolo), resto seduta in macchina ad aspettare. Sul cruscotto, c’è un libro che ho recuperato qualche giorno fa insieme alla mia giacca a vento dai miei genitori. L’ho afferrato quasi senza pensarci decisa a dedicare il post di oggi a questa favola-romanzo di formazione-saggio…perché quando il signor Vittorietti me lo ha regalato attraversavo una fase che è stata davvero alleggerita da questa lettura e quindi penso che possa essere utile a qualcuno, anche solo per comprendere i meccanismi mentali e le sovrastrutture di cui siamo schiavi senza nemmeno esserne consapevoli.
La principessa che credeva nelle favole-Come liberarsi del proprio principe azzurro” di Marcia Grad Powers è un libro che in alcuni casi può essere considerato terapeutico perché riesce a ricordarvi che ognuno di noi ha un grande potere solo che – a volte – ci dimentichiamo di averlo. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Riflessioni, Saggio

Falli soffrire 2.0

E’ passato quasi un anno da quanto ho letto questo libro, ma stamattina l’ho ripreso in mano e sono andata a spulciarmi qualcuno dei passaggi più significativi. Falli soffrire 2.0/Gli uomini preferiscono le stronze, è la versione aggiornata del fortunatissimo libro di Sherry Argov, che da cinque anni è presente nella classifica dei libri più venduti in Italia, con la Piemme, e che è stato tradotto in trenta lingue.

Io non sapevo nemmeno che questo libro esistesse, fino a quando un’amica non mi ha chiesto “lo hai letto?”, per poi decidere di regalarmelo per Natale vista la mia risposta negativa. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Chick lit, Riflessioni, Saggio

La vera fabbrica dei corpi

Quando guardate Csi pensate che sareste stati bravissimi se aveste scelto di fare medicina legale all’università? Se lo pensate o se comunque siete appassionati di indagini, criminologia e bla bla bla, allora vi dico che, negli anni, mi sono messa a caccia di quei libri che potessero dirmi qualcosa in più. Perchè? Perchè gli argomenti mi incuriosivano un sacco.

La vera fabbrica dei corpi, di Bill Bass e Jon Jefferson, (Editrice Nord), non è il titolo di un romanzo, è più un saggio che spiega come da un cadavere, ritrovato sul luogo di un delitto, si possa sapere molto di più di quello che dice solo apparentemente, ed è una storia vera, verissima!!!

Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Biografie, Riflessioni, Saggio, Storie vere