Archivi tag: horror

Joyland

joylandLa mia pila di libri comincia a rimpicciolirsi, è evidente. 🙂

Sto mantenendo la promessa di mantenermi alla larga da qualunque libreria fino a quando non avrò finito di leggere tutto quello che già possiedo e, per lo stesso motivo, non chiederò nulla allo spacciatore di libri.

L’ultimo libro che ho riposto in libreria (dove ormai non c’è più spazio) è Joyland di Stephen King, Sperling & Kupfer. Ci ho messo pochissimi giorni, perché stavolta la lettura mi ha preso parecchio.

Continua a leggere

8 commenti

Archiviato in Giallo, Horror

La casa stregata

la casa stregataTornando da Milano, mi sono dedicata alla lettura di “La casa stregata” di Howard Phillip Lovecraft. Un racconto lungo (o un romanzo breve) che l’autore di statunitense ambienta nella sua cittadina natale: Providence. Lovecraft è considerato insieme ad Edgar Allan Poe uno fra i maestri del genere horror. E devo dire a buona ragione, visto che – a seguito della lettura precoce dei suoi racconti dell’orrore – da ragazzina, ho perso diverse notti di sonno. E il racconto in questione – che gli fu ispirato da una casa realmente esistente, «maledetta o nutrita di cadaveri», nella quale da bambino, insieme a i suoi coetanei spesso si trovava a giocare per vincere le proprie paure o dimostrare agli altri di non averne affatto – lo porta ai confini della fantascienza, alle sue origini.

La fine del racconto viene anticipata da Lovecraft stesso nelle prime pagine del racconto. Ma io non voglio fare lo stesso. E della trama, anzi, non voglio raccontate proprio nulla (anche perché in poco più di mezz’ora potreste regalarvi una lettura piacevolmente inquietante), sia perché la trama dovrebbe – credo – essere nota a tutti, sia perché un horror (come un giallo) è meglio non raccontarlo. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Classici, Horror, racconti, Uncategorized

Orgoglio e pregiudizio zombie

orgoglio_e_pregiudizio_e_zombieHo anch’io uno spacciatore di libri al quale qualche giorno fa avevo espresso un desiderio “Orgoglio e pregiudizio zombie vorrei leggerlo”. Lui non mi ha fatto aspettare a lungo e, nel giro di 24 ore, ho cominciato a leggere. Ero innamorata di Jane, Elizabeth e Mr Darcy, quelli inventati da Jane Austen e ora lo sono ancora di più…ma non per il motivo che credete voi 🙂

Partiamo dal principio. In Italia, Orgoglio e pregiudizio zombie, scritto da Seth Grahame-Smith, è arrivato grazie alla casa editrice Nord. L’idea di unire uno dei classici per eccellenza della narrativa inglese, con un genere distante anni luce, quale è l’horror, è venuta a Jason Rekulak, della casa editrice Quirk Books. Il signor Rekulak, per motivi che mi sono misteriosi, ma che con ogni probabilità lo avranno reso più ricco, ha chiesto a Grahame-Smith di ispirarsi al romanzo della Austen per raccontare una storia fatta di amore si, ma soprattutto di zombie e katane pronte ad essere sfoderate ad ogni ruggito sospetto.

Questa “versione” di Orgoglio e pregiudizio, si svolge sempre in Inghilterra, ma alle porte di Londra è in corso una grande epidemia che trasforma la gente in zombie a caccia di cervelli da divorare. Le sorelle Bennet, sono delle vere e proprie esperte di arti marziali che, dopo un duro addestramento in Cina, hanno giurato alla Regina di difendere l’Inghilterra da questa pericolosa infestazione. E’ chiaro a voi, come è stato chiaro a me, che in questa versione del libro, i tentativi della signora Bennet di maritare le sue figlie sono molto più che complicati. In ogni caso, Jane ed Elizabeth, così come le altre tre sorelle, quando non sono impegnate a strappare teste e cuori, o a bruciare corpi di poveri zombie, riescono a dedicarsi anche al loro cuore, la prima viene corteggiata da Mr Bingley, l’altra naturalmente da Mr Darcy. Però mettetevi nei panni dei due uomini che avranno a che fare non con dolci sorelle cresciute nella campagna inglese, ma con feroci assassine che potrebbero reagire ad ogni offesa.

Insomma, se avete letto il libro della Austen, quello di cui vi parlo oggi è quello, ma in versione splatter.

Però non posso concludere questo post senza avere fatto questa mia personale considerazione: il libro ha avuto un grandissimo successo, tanto che, naturalmente, si parla della versione cinematografica, ma probabilmente, ed è decisamente il caso di dirlo, quella Jane Austen che l’autore di quest’horror ha definito a co-autrice, probabilmente si starà rivoltando nella tomba, per come la sua storia d’amore è stata dissacrata. Io ora sono preda di una voglia sanissima di rileggere la versione originale 🙂

(Orgoglio e pregiudizio zombie/ Seth Grahame- Smith/ Edizioni Nord/ pp. 367/ 15,00 euro)

1 Commento

Archiviato in Horror